Questo sito contribuisce alla audience dilogo Tiscali

Lavoro: le professioni più richieste nei prossimi anni in Italia e all’estero

I media ci ripetono che la crisi è alle spalle, tutti tornano a parlare di crescita e quindi di lavoro. Ma che cosa ci riservano i prossimi anni? Quali saranno le professioni più richieste a livello internazionale?

Gli studi più accreditati concordano nell’indicare alcuni mercati professionali in cui le opportunità non mancheranno. Tra questi spicca senz’altro il settore medico-sanitario, con molteplici specializzazioni (quella dell’assistenza agli anziani prima fra tutte), che però variano in funzione della nazione esaminata. Seguono i settori più tecnologici, come quello delle nanotecnologie, quello aerospaziale, dei “big data”, delle energie alternative, della genetica e infine le attività legate all’educazione e al benessere delle persone, seguite dall’alimentazione e dall’agricoltura, specialmente quella biologica e “verticale” (ideata per spazi ridotti in contesti urbani).

Si tratta di attività che spesso richiedono competenze scientifiche e tecnologiche avanzate e che in alcuni casi hanno già un ruolo importante nell’economia internazionale. La Commissione Europea ha previsto che fino al 2020 si creeranno 900 mila di posti di lavoro nei settori tecnologici.

Le professioni più richieste paese per paese

Dato che settembre è spesso considerato il vero inizio di un nuovo anno professionale, perché dopo la pausa estiva si torna ricaricati a fare progetti per il futuro, abbiamo deciso di preparare una panoramica dei settori e delle professioni più richieste in alcuni paesi del mondo nel breve periodo, per capire se ci siano significative differenze. E in effetti alcune le abbiamo trovate.

Le nazioni considerate sono Italia, Spagna, Francia, Uk, Germania e Stati Uniti. Benché in alcune ricerche vengano menzionate professioni “futuriste” come la guida turistica spaziale o il costruttore di parti del corpo, ci siamo limitati a quelle già esistenti nel mercato del lavoro.

Italiaprofessioni più richieste

Secondo uno studio di Unioncamere dello scorso anno, i settori con maggiore potenzialità nei prossimi anni (2016-2020) saranno sanità e assistenza, servizi avanzati alle imprese e Public Utilities (i servizi di pubblica utilità come il gas, energia, telefono, Adsl, etc..). All’interno di questi mercati le professioni più richieste saranno quelle con competenze e titoli di studio più elevati e i servizi continueranno ad avere la meglio sull’industria. Ecco la classifica delle professioni con maggiori opportunità all’interno dei diversi mercati italiani.

Sanità e benessere. Medici, chirurghi e personale specializzato in assistenza e in consulenza, specialmente agli anziani. L’Italia è un paese che invecchia velocemente e avrà sempre più bisogno di figure professionali preparate a far fronte alle esigenze della terza età in campo fisico quanto psicologico. Tra le professioni più richieste in ambito farmaceutico quella del medical advisor, che collabora con le diverse funzioni aziendali e gestisce gli studi clinici della sua area sia sul mercato nazionale che su quello estero. Anche gli esperti in nutrizione e i coach (tanto i preparatori fisici che quelli mentali) paiono avere ottime prospettive.

Digitale – Tecnologico. Le professioni intellettuali, scientifiche e tecnologiche, specie se caratterizzate da alte competenze e specializzazioni, continueranno a dominare il mercato. Si tratta di ingegneri, programmatori e tutte le varianti di attività legate al Web e al trattamento dei dati e delle informazioni (Analisti/Business Intelligence Manager, Security manager, etc…).

Vendite. Vendere il made in Italy è un imperativo per le nostre aziende, ecco perché figure come quella del sales manager (colui che gestisce la strategia di vendita), dell’asset manager (impegnato nella gestione dei risparmi) e del key account manager (chi si incarica dei rapporti con i “clienti chiave” della società) saranno sempre molto richieste.

Marketing – Comunicazione – Formazione. In un un mondo in cui comunicare e interagire è diventato facilissimo per tutti, emergono le figure più abile nella comunicazione e nel marketing. Le imprese, infatti, per farsi notare hanno bisogno di comunicatori sempre più abili. Anche la formazione è destinata a crescere. In un mondo globalizzato l’aggiornamento del personale è un must chi voglia  restare competitivo.

Finanza. Tra i servizi avanzati alle imprese non possono mancare le professioni legate al mondo finanziario. Il Senior consultant e il Controller sono tra i profili che continueranno ad essere molto ricercati dalle aziende.

Turismo – ristorazione e cultura. Sebbene troppo spesso poco valorizzati, il turismo e il settore della ristorazione-ospitalità restano per l’Italia una risorsa fondamentale. Guide turistiche, interpreti, ristoratori e operatori dell’ospitalità continueranno a prosperare nei prossimi anni.

Spagna

La Spagna, dopo la grande crisi, ha risollevato la testa con prospettive di crescita sempre maggiori nonostante i problemi interni del governo di Mariano Rajoy, che guida il Paese in minoranza e che a breve dovrà affrontare la nuova sfida indipendentista catalana. Da Barcellona, infatti, il governo della Catalogna, ha convocato un referendum separatista per il primo di ottobre, dichiarato però illegale dal governo centrale. In attesa di capire come evolverà la situazione, il mercato del lavoro mostra segni di riattivazione. Se un tempo erano le costruzioni il motore dell’economia spagnola, oggi sono le esportazioni a fare la parte del leone, tanto che la Spagna si piazza al secondo posto, dopo la Germania, nella produzione ed esportazione di auto.

Anche il settore tecnologico in Spagna è in fermento. Tutte le attività legate a Internet sono molto ricercate. Barcellona e Madrid sono diventate importanti poli tecnologici, con numerose startup costantemente in cerca di risorse umane qualificate.

Ingegneria. Per questi professionisti il lavoro continuerà a non mancare. Si cercheranno sempre più ingegneri industriali, specialisti in “meccatronica” (meccanica+elettronica) e robotica e ingegneri tecnico-commerciali.

Fintech. Il settore è in crescita e tra le professioni più richieste ci sono gli specialisti in analisi del rischio e trattamento dei “big data”, i business & planning analyst e i direttori finanziari.

Marketing & Vendite. Vendere è sempre un obiettivo primario, qualsiasi sia il mercato in cui si operi. Per questo tra le professioni più richieste non mancano mai questi profili: brand manager, key account e marketing manager. Ma è il Web a dominare il settore con tutte le nuove professioni legate al marketing online. Tra i profili top, quello dello specialista in marketing orientato agli smartphone.

Turismo. Con la fine della crisi economica il turismo in Spagna ha ricominciato a “tirare”. Tra le professioni più richieste in questo settore ci sono tutte le attività legate all’ospitalità a tutti i livelli.

Salute. Medical advisor e medical manager sono tra le professioni più ricercate del settore sanitario all’interno delle aziende farmaceutiche. Si tratta di specialisti con elevatissime competenze gestionali e commerciali oltre che mediche. Anche i ginecologi specializzati in tecniche di riproduzione assistita saranno molto richiesti in Spagna nei prossimi anni, visto l’aumento dei problemi di infertilità.

Retail. Le marche del lusso vanno forte in terra iberica, di conseguenza tra le professioni più ricercate continueranno ad esserci i retail manager, gli store manager e i visual merchandiser, oltre ai direttori di espansione.

Legale. Una delle professioni più richieste in Spagna, sia dalle imprese locali che dalle compagnie multinazionali, è indubbiamente quella del tax manager.

FranciaProfessioni più richieste

Ancora una volta il settore dell’assistenza è tra i protagonisti, ma in Francia, oltre alle specializzazioni legate alla terza età continueranno a servire persone che si occupino dei bambini, che oltralpe sono ancora numerosi (il tasso di fecondità è di 1,93 figli per donna contro 1,34 del nostro Paese, fanalino di coda in Europa). A causa dei numerosi pensionamenti previsti, anche nell’insegnamento è previsto un forte ricambio con molte opportunità per chi si dedica all’educazione e alla formazione.

Come per gli altri stati il settore tecnologico richiederà un numero crescente di professionisti, tra ingegneri e informatici. In crescita anche le opportunità legate al digitale, al marketing e alle vendite.

professioni più richiesteUnited Kingdom

Dopo il Brexit, la Gran Bretagna è un paese con molte incognite, ma di certo ci sono settori in cui l’occupazione è destinata ad aumentare per via della carenza di profili professionali adeguati. L’Home Office (il dicastero degli affari interni inglese) ha compilato una lista delle professioni più richieste in Uk nel breve periodo. Come sempre, sanità e tecnologia sono in testa a tutte le classifiche occupazionali.

Sanità. Londra è alla ricerca di personale paramedico esperto oltre che di anestesisti, medici specializzati in gerontologia, ostetrica, medicina d’emergenza, pediatria e radiologia clinica. Tra le professioni più richieste nel settore sanitario c’è anche quella dell’infermiere specializzato in terapia intensiva e rianimazione neo-natale.

Digitale – Tecnologico. Previsioni rosee per i professionisti informatici come gli sviluppatori di software e i designer 3D per animazione e video giochi.

Energia – Industria mineraria. La Gran Bretagna in questo settore assume soprattutto manager di produzione, idro-geologi, geologi, geofisici, ingegneri petroliferi, elettrici e minerari.

Educazione. Tra le professioni più richieste in Uk compare l’insegnamento di materie scientifiche come matematica, chimica e fisica.

Germania

Economia col vento in poppa e welfare avanzato fanno  della Germania il paese in cui il lavoro non rappresenta un problema. Le esportazioni giocano un ruolo chiave nell’economia tedesca e le professioni più richieste sono quelle di ambito tecnico (ingegneri, matematici, docenti tecnici e scientifici).

Come altrove, anche la popolazione tedesca invecchia velocemente e la richiesta di personale medico e paramedico specializzato in assistenza agli anziani risulta sempre più elevata. Anche per i dentisti sembrano esserci buone possibilità di lavoro.

Stati Uniti

Il mercato americano ha due settori che, secondo tutte le più recenti previsioni, nei prossimi anni cresceranno in modo esponenziale: quello della sanità e quello tecnologico.

Sanità. Gli infermieri professionali saranno sempre più ricercati negli Stati Uniti (con un incremento delle assunzioni di oltre il 22%). Anche medici e chirurghi nei prossimi anni avranno ottime prospettive di lavoro in terra americana.

Digitale – Tecnologico. Le professioni legate al mondo digitale e della tecnologia negli Usa mostrano trend di crescita impressionanti, non solo dal punto di vista occupazionale, ma anche della crescita salariale. Secondo le statistiche diffuse dal Governo americano, le professioni più richieste saranno i Network Systems and Data Communications Analyst (53+%), gli ingegneri informatici e i Management Analyst.

Le prospettive di crescita sono buone anche per gli insegnanti, specie di alto livello (college e università) e per chi, all’interno delle imprese si occupa di finanza e controllo.

Infine, un settore con grandi potenzialità è quello aerospaziale.

Ti potrebbe anche interessare