Questo sito contribuisce alla audience dilogo Tiscali

Tutto inizia da un’idea: Google mette in mostra il progresso dell’umanità

Dieci i partner italiani di Google per un progetto culturale internazionale destinato a lasciare il segno: Tutto inizia da un’idea. Per la prima volta il colosso di Internet, attraverso la sua piattaforma Arts & Culture, e con il supporto di oltre cento istituzioni di 23 paesi del mondo, mette online millenni di invenzioni di scoperte che hanno determinato il progresso dell’umanità. Con oltre 350 mostre interattive che raccontano l’ingegno umano, dalla creazione dei primi utensili nella preistoria, passando per il motore a vapore fino ai viaggi spaziali e a Internet, Tutto inizia da un’idea permette di navigare nel tempo a colpi di click, esplorando le fasi più importanti del progresso della nostra specie. E i talenti italiani di tutti i tempi giocano certamente un ruolo di primo piano in questa evoluzione.

I grandi partner italiani di  Tutto inizia da un’idea

I partner italiani dell’iniziativa Tutto inizia da un’idea rappresentano molti dei principali poli espositivi scientifici del nostro Paese, come il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano e il Museo Galileo di Firenze, fino al Sistema Museale dell’Università degli Studi di Palermo – Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi e il Museo Leonardiano di Vinci. All’interno del progetto trovano spazio istituzioni come la Fondazione Olivetti, la Fondazione Bruno Kessler e la Fondazione Bracco.

Navigando all’interno dell’esposizione Tutto inizia da un’idea i visitatori potranno conoscere le storie dei grandi geni italiani, come Galileo Galilei o Guglielmo Marconi, inventore della radio, ma anche di personaggi più moderni come Camillo Olivetti, fondatore dell’omonima impresa, poi portata al successo dal figlio Adriano

Una App per assistere alla nascita dell’Universo

Tutto inizia da un'idea

Tutto inizia da un’idea mette a disposizione degli utenti anche una app di realtà aumentata, sviluppata dal Cern di Ginevra insieme a Google Arts & Culture dedicata all’esplorazione della nascita dell’Universo. Un viaggio nel tempo e nello spazio che parte dal Big Bang e spiega la formazione di stelle e pianeti. Chi è appassionato di viaggi spaziali ha a disposizione numerosi archivi della NASA, con 127.000 immagini storiche, visibili grazi al nuovo strumento NASA & Visual Universe. Un modo per curiosare tra missioni spaziali e fare anche un tour dello “Space Shuttle Discovery’”, con la guida degli astronauti.

Nelle intenzioni di Google questa grande rassegna online è un modo per incentivare la conoscenza e stimolare le nuove generazione a essere curiose e creative. Sui social l’hastahg per partecipare alle conversazioni è #tuttoiniziadaunidea

Ti potrebbe anche interessare